mail Print page

Ilborgofelice vendemmiando e raccogliendo insieme

Fondazione Allianz UMANA MENTE

Ilborgofelice vendemmiando e raccogliendo insieme” è un progetto unico nel suo genere, avviato dalla Fondazione Allianz UMANA MENTE nel 2011 e pensato per far sperimentare alle persone con disabilità, un’esperienza di autonomia nuova, fuori dal consueto contesto scolastico ed educativo.


Il progetto è articolato in due sessioni, una per la vendemmia e l’altra per la raccolta delle olive. Ogni sessione ha una durata di 4 giorni, dal venerdì al lunedì e il tutto fra le colline del Chianti nell’incantevole cornice di Borgo San Felice, a Castelnuovo Berardenga (SI). Il Borgo, che oggi ospita il Relais&Châteaux Borgo San Felice, di proprietà del Gruppo Allianz, è sorto nell’VIII secolo ed è rimasto sostanzialmente immutato nel corso del tempo, è situato tra le colline del Chianti classico a una ventina di chilometri da Siena ed è circondato da 140 ettari di vigneti.


Le attività proposte durante le due sessioni del progetto sono pensate per far vivere un’esperienza unica ai partecipanti e comprendono laboratori concordati, visite al territorio, la vendemmia durante la prima sessione, e la raccolta delle olive con la visita al frantoio durante la seconda sessione. A ogni sessione partecipano sei enti del terzo settore scelti fra i vari enti che hanno aderito al progetto mandando le proprie candidature entro il termine di scadenza previsto. Ogni ente partecipante ha la possibilità di mandare 2 utenti da loro prescelti, accompagnati da un educatore. Per entrambe le sessioni, i ragazzi e gli educatori saranno accompagnati e supervisionati dallo staff di Agricola San Felice, oltre che dai volontari del Gruppo Allianz che partecipano al progetto.


Per il 2020, la prima sessione, dedicata alla vendemmia si terrà dal 02 al 05 ottobre. Invece la seconda sessione, quella dedicata alla raccolta delle olive si terrà dal 06 al 09 novembre p.v..


Par poter candidare il proprio ente, Scarica la scheda di candidatura , compilarla e rimandarla alla Fondazione entro il 15 maggio 2020.

 

Guarda il video